Vecchi e nuovi muri 

 

Massimo Cacciari ed Ezio Mauro tornano insieme sul palco del Festival della Politica, quest’anno accompagnati dal sociologo Ilvo Diamanti e dal direttore dell’Espresso Marco Damilano, per parlare di vecchi e nuovi muri.
Trent’anni fa la caduta del Muro di Berlino segnò la fine dell’Europa e del mondo come li avevamo conosciuti dopo la seconda guerra mondiale. La globalizzazione promise di cancellare i confini e portare pace, democrazia e prosperità in tutto il mondo, ma le promesse non sono state mantenute e nuovi muri rivelano la crisi di quel modello. Il caso oggi più emblematico è il muro al confine tra Usa e Messico, simbolo della crociata di Trump contro l’immigrazione, ma i muri si invocano e si realizzano anche in Europa, in qualche caso persino per ribadire gli stessi confini su cui un tempo insisteva la cortina di ferro.

Con un panel di ospiti d’eccezione, sabato 7 settembre parleremo di un mondo che negli ultimi anni è profondamente cambiato, e dei modi in cui le classi politiche d’Occidente rispondono a quella che si presenta come una grande domanda del nostro tempo: ergere muri può essere un modo per difendere sovranità nazionali, conquiste sociali, identità culturali?

-

 

SABATO 7 SETTEMBRE, Ore 19.00 – Piazza Ferretto

“Vecchi e Nuovi Muri”

Massimo CACCIARI, Ezio MAURO, Ilvo DIAMANTI, Marco DAMILANO