Stato sociale e Integrazione europea 

 


In molti paesi europei, ciclicamente si ripropone la questione della sostenibilità del sistema pensionistico, o del sistema sanitario... Lo Stato Sociale è sotto assedio, e una sua riforma appare sempre più urgente se vogliamo salvaguardare diritti e servizi fondamentali. Ma qual è il ruolo futuro delle politiche sociali all’interno del processo di integrazione europea?
Nella campagna per il Brexit, una delle promesse più efficaci riguardava il rifinanziamento del Servizio sanitario nazionale, prospettato addirittura come conseguenza di un’uscita dall’Unione. A dimostrazione di come, nell’immaginario collettivo, si sia rafforzata l’idea di una naturale tensione tra istanze del welfare e integrazione europea. Ma è davvero così? O non hanno piuttosto ragione quanti vedono nelle politiche sociali la chiave per il rilancio del progetto europeo, oggi in crisi sotto la spinta dei nazionalismi?
Per discutere temi tanto complessi, domenica 8 settembre interverranno al Festival della Politica tre esperti di massimo profilo: Yves Mény, scienziato politico di fama internazionale, attivo in numerose università europee e americane; Marco Piantini, coordinatore italiano per il negoziato sulla Brexit, già consigliere per gli Affari europei del Quirinale e del governo italiano; Maurizio Ferrera, politologo ed editorialista del Corriere della Sera, studioso di analisi comparata delle politiche pubbliche.
L’incontro è organizzato in partnership con il CeSPI – Centro Studi di Politica Internazionale, e prevede la traduzione consecutiva con traduttore sul palco.

 

-

Domenica 8 settembre, Ore 17.00, Chiostro M9

LO STATO SOCIALE E L’INTEGRAZIONE EUROPEA

Maurizio FERRERA, Yves MENY, Marco PIANTINI