Proiezione di Ro.Go.Pa.G. (1963) 

 

Il Festival della Politica ricorda Ugo Gregoretti, scomparso il 5 luglio scorso. Grande protagonista della cultura italiana dal dopoguerra in poi, Gregoretti fu regista, attore, drammaturgo, ma anche giornalista e autore televisivo: entrò infatti in Rai nel 1953, nel ruolo di impiegato “con regolare raccomandazione”, come disse con quell’ironia che fu il suo tratto distintivo. Dissacrante osservatore del costume, insieme ad altri maestri come Monicelli e Scola trasformò il cinema italiano grazie alla satira, usata come strumento rivoluzionario.
Il Festival della Politica gli rende omaggio con la proiezione di “Ro.Go.Pa.G.”, titolo che è l’acronimo dei quattro grandi registi che firmano gli episodi del film: Rossellini, Godard, Pasolini e appunto Gregoretti. Nell’episodio “Il pollo ruspante”, interpretato da Ugo Tognazzi, Gregoretti mette alla berlina l’Italia del miracolo economico, degli speculatori e dei furbetti, della nuova classe media con la sua smania di emergere. E lo fa con tutto lo stile e la grazia di cui era capace: quelli di un uomo che, come si autodefinì citando Goldoni, era “nato sotto l’influsso di una stella comica”.

-

Sabato 7 settembre, ore 21.00, Auditorium M9
PROIEZIONE DI “RO.GO.PA.G.” (1963)
Omaggio a Ugo Gregoretti