La conquista del popolo 

 

Il governo su cui oggi soffia il vento della crisi è figlio di una cesura a suo modo epocale nella storia del nostro Paese: quel voto del 4 marzo 2018 che decretò il successo elettorale di forze “populiste” e “anti-sistema”. Il professor Enzo Risso, direttore scientifico della società di sondaggi SWG, si è a lungo interrogato sulle ragioni di quella vittoria. Da anni monitora i mutamenti nell'opinione pubblica; registra il crollo dei punti di riferimento, la trasformazione dei valori. In un recente saggio ha raccontato la sua convinzione: le ragioni di quel successo non vanno cercate in fenomeni di superficie. Più delle fortune dei leader, più delle nuove tecniche di costruzione del consenso, pesa la mutazione degli italiani: un cambiamento frutto di una storia sociale che negli ultimi anni è stata spesso traumatica. 

È questa vicenda che, domenica 8 settembre, proveremo a ricostruire al Festival della Politica, insieme allo stesso Risso e ad un altro profondo conoscitore della politica nazionale: lo spin doctor Marco Marturano, consulente di molte campagne elettorali in Italia e all’estero, tra cui quella di Bill Clinton del 1996. A loro affideremo il compito di raccontare il nuovo cammino su cui si trova l’Italia, e di cui è così difficile, oggi, prevedere gli sviluppi futuri: il cammino che porta “dalla fine delle grandi ideologie alle nuove identità politiche”.

 

-

 

Domenica 8 settembre, Ore 17.30, Piazzetta Battisti
LA CONQUISTA DEL POPOLO
Enzo Risso, Marco Marturano