Elogio della crescita felice

Prima che la pandemia di Covid-19 irrompesse nelle nostre vite, un’altra emergenza aveva finalmente raggiunto la sua piena visibilità, tanto nei media quanto in molte agende politiche mondiali: la questione ambientale. E con il crescere della consapevolezza sui pericoli del cambiamento climatico, ha anche preso maggiore visibilità il dibattito sulle soluzioni: su quali siano le strategie, quali gli approcci politici e culturali che possono portarci fuori da questa crisi.

 

C’è chi, riconoscendo portata e urgenza della sfida, non crede che essa comporti la condanna ideologica del nostro modello di progresso, né un necessario destino di austerità, e reputa invece che il nostro sia il tempo dell’azione, ma anche il tempo della fiducia: fiducia nei confronti della scienza e della sua capacità di trovare soluzioni, di porre in equilibrio sviluppo e tutela ambientale, benessere diffuso e riforma dei sistemi di produzione.

 

È il punto di vista di Chicco Testa, ospite del del Festival della Politica 2020. Docente, politico, manager e già segretario nazionale e presidente di Legambiente, Chicco Testa ci proporrà la sua visione di una nuova, possibile “crescita felice”, nella quale scienza e tecnologia sono le prime e più preziose alleate di un’umanità che voglia affrontare fino in fondo, senza isterismi, la grande prova di maturità politica, sociale ed economica che ci attende.

 

A dialogare con lui il giornalista e scrittore Antonio Pascale, autore di numerosi saggi tra cui “Scienza e Sentimento” (Einaudi) e “Democrazia – Cosa può fare uno scrittore” (Codice Edizioni).

Elogio della crescita felice

giovedì 26 Novembre, Ore 18:30

Con: