UN FESTIVAL DEDICATO A CESARE DE MICHELIS 

 

Cesare ci ha lasciati. Abbiamo avuto la fortuna di avere la sua amicizia, con tutti i suoi slanci d'affetto e le sue spigolature che facevano di Cesare una delle personalità culturali più ricche e interessanti del nostro Paese negli ultimi cinquant'anni: editore, letterato, professore, politico, ma per noi era soprattutto un punto di riferimento. 
I confronti non erano mai scontati, c'era sempre qualcosa da imparare, anche quando non eravamo d'accordo. Ha accompagnato il lavoro della Fondazione Pellicani fin dall'inizio, nel 2007. Un segno di stima e amicizia nei confronti di Gianni Pellicani, che si sommava alla volontà di partecipare attivamente al progetto innovativo per la città che nasceva con la Fondazione.
Per tutti noi, in particolare per i giovani che via via si sono avvicinati al lavoro della Fondazione, è sempre stato un punto di riferimento. Ma in particolare negli ultimi tre anni, da quando ha accettato di fare il presidente, mettendo a disposizione la sua immensa cultura, l'esperienza e la rete di relazioni maturata nel corso di una vita, per far crescere il progetto della Fondazione.
Da ultimo ci eravamo sentiti un paio di giorni fa per definire il programma del Festival della Politica, compresi gli aspetti organizzativi ai quali era sempre molto attento. Seguiva da vicino tutte le varie attività della Fondazione. Ha lavorato al progetto storico, in particolare all'ideazione, all'organizzazione e successivamente alla pubblicazione degli atti del convegno sui dieci anni della scomparsa di Gianni Pellicani; ha discusso e costruito con i ricercatori lo sviluppo dell'osservatorio sulla Città Metropolitana e la sua presenza è stata fondamentale per la riuscita del Festival.
Ci mancherà Cesare. Ci mancherà la sua intelligenza, la sua cultura, la sua amicizia.
Sta a tutti noi cercare di raccoglierne il testimone continuando a interrogarci sulla cultura, sulla politica, sulla società come ha fatto testardamente per tutta la vita fin dai tempi di “Angelus Novus”. Dedicheremo a lui il prossimo Festival della Politica in programma dal 5 al 9 settembre. Lo ricorderemo nel corso del Festival, ma una figura così ricca e complessa che tanto ha dato alla cultura e a Venezia, bisognerà studiarla a fondo. È un impegno che deve assumersi in primo luogo la città, oltre che naturalmente la Fondazione.
Ciao Cesare!

Nicola Pellicani
Segretario
Fondazione Gianni Pellicani

10/08/2018